martedì 6 dicembre 2016 Login      Registrazione

CALENDARIO
<dicembre 2016>
lunmarmergiovensabdom
2829301234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930311
2345678
Account Login


Hai dimenticato la Password ?
Mod. Iscriz. Circolo
 Titolo 
Mod. iscrizioneDownload
Segnamosse del circolo
 Titolo 
SegnamosseDownload
Regolamento degli scacchi
ISCRIZIONI 2017

 

SONO APERTI ITESSERAMENTI PER L'ANNO

 

2017.

 

PER IL CIRCOLO SCACCHISTICO RODIGINO

 

DOVRANNO ESSERE FORMALIZZATI ENTRO IL

 

 

31 DICEMBRE 2016.

 

 

TUTTI COLORO CHE GIUNGERANNO IN RITARDO

 

DOVRANNO VERSARE 3 EURO DI

 

 MAGGIORAZIONE PER IL RECAPITO DELLA

 

 DOCUMENTAZIONE PRESSO LA FEDERAZIONE.

 

 

AFFRETTATEVI.

 

PER IL TESSERAMENTO E INFORMAZIONI RIVOLGERSI AL PRESIDENTE ZANIRATO

WEEK END DI SAN MARTINO
 
CONCLUSO IL TORNEO DI SAN MARTINO DI
VENEZZE
Zuolo conferma uno stato di forma strepitoso e sbaraglia senza fatica tutti i contendenti piazzandosi al gradino più alto del torneo B.
Nel torneo A invece si rispetta il ranking di partenza con il maestro Fregonese che si aggiudica il primo premio.  

Si è concluso il torneo Week End di San Martino di Venezze con una buona organizzazione ma un numero di partecipanti sotto le aspettative. Ottimo è stato lo sforzo organizzativo, con alcuni dettagli che occorre evidenziare (la pulizia e l’ordine dei servizi igienici sono stati decisamente al di sopra di altre ben più blasonate realtà, con una sanificazione giornaliera sulla quale l’organizzazione aveva molto insistito con l’Ente ospitante), ottimo l’arbitraggio senza sbavature di rilievo, buona la tenuta comportamentale dei partecipanti e soprattutto decisamente gradevole ed ospitale la sala di gioco.

 

Purtroppo a tutto ciò non è corrisposta la partecipazione numerica che l’organizzazione attendeva, lasciando l’amaro in bocca per l’ormai conclamata impossibilità di intercetto di una platea d’utenza dal comportamento sconcertante, con presenze oltremodo copiose in alcuni appuntamenti e altre date - ancorchè storicamente consolidate - lasciate languire in condizioni asfittiche (vedasi quest’anno Cavarzere).  Benchè il ritorno di un torneo di rilievo in Provincia fosse stato negli anni caldeggiato da più parti del mondo scacchistico, all’occasione propizia non s’è avuta quella risposta che sembrava certa e probabile…..ed è ormai sempre più difficile capire perché in Provincia di Rovigo, malgrado un livello organizzativo che annovera ormai esperienza e che nulla ha da invidiare ad altre realtà, sia così complicato realizzare quei numeri che consentono di operare senza particolari perdite ma anche con la giusta soddisfazione di chi si impegna per la buona riuscita degli eventi.

Sembra quasi che il Polesine sia considerato una landa desolata e dispersa nella lontananza irraggiungibile di un pianura desertica, quando invece dal punto di vista infrastrutturale è collocata in modo strategico con direttrici di raggiungimento che provengono da tutti i punti nevralgici regionali ed extra….e prova ne sia che al torneo sono giunte anche persone dal centro Italia e da Napoli. Purtroppo la grande assenza si è manifestata proprio dal bacino di utenza della regione di appartenenza, il che potrebbe essere motivo di una profonda e speculativa analisi sull’opportunità di avere un calendario regionale infarcito all’inverosimile di tornei, con appuntamenti pressochè ogni week-end da settembre a maggio. Dal punto di vista del tutto personale crediamo che forse una valutazione di diverso tipo potrebbe garantire una crescita organizzativa del movimento con una più equa distribuzione delle presenze in modo più o meno pilotato, riducendo gli eventi in calendario con alcune date di spicco (i grandi tornei dal punto di vista numerico) e la rotazione annuale di talune altre realtà – per così dire – numericamente di secondo piano.

 

La riduzione degli appuntamenti e la rotazione degli stessi forzerebbe il numero dei partecipanti agli appuntamenti calendarizzati, evitando situazioni di carenza partecipativa come quelle descritte. Diversamente il metodo odierno, di stampo liberistico (chi è capace di stare al tavolo resiste, chi non vi riesce soccombe) è una soluzione che non ci piace e che non riteniamo equanime per il sostentamento delle realtà scacchistiche anche più periferiche come la nostra.

 

Rimane in ultima analisi una considerazione in merito alla quota di omologazione federale dei tornei.  Sulle quote di omologazione (9 € pro-capite) occorre rilevare che si tratta di un balzello del tutto iniquo rispetto alle realtà di partecipazione diversificate che si riscontrato, ma soprattutto in relazione al variegato mondo delle quote di iscrizione ai tornei stessi…per spiegarci meglio: un torneo che non soffre di deficit partecipativi può alzare la quota di iscrizione a piacimento al fine di assorbire al meglio la gabella federale, mentre un torneo che langue numericamente è impossibilitato ad aumentare la quota di iscrizione per non vedere ulteriormente abbattuta la partecipazione numerica. In questo meccanismo il grande torneo può portare ad esempio l’iscrizione a 65 euro, mentre il piccolo torneo deve attestarsi sui 30. Ma nel secondo caso l’incidenza percentuale della gabella  è molto più alta (circa il 30%) castigando particolarmente le realtà minori. Se questo ragionamento fa parte di un processo stabilito a tavolino per ottenere la scrematura delle realtà organizzative al fine di mantenere vive le più forti, allora appare più opportuno tornare  al ragionamento sul calendario dei tornei fatto sopra. Se invece si tratta di una aberrazione di sistema, non preventivata, allora forse sarebbe più consono valutare sistemi alternativi quale per esempio l’incidenza del dazio diversificato in funzione di soglie numeriche di iscritti. Certo, quanto sopra detto potrebbe apparire mera speculazione di solo livello teorico, ma cionondimeno costituisce un approccio di tipo critico che non riusciamo e non ci sentiamo di sopire, nella speranza - forse vana - che proprio questo sia l'atteggiamento maestro che conduce a migliorare le cose anziché subirle.  

 

Ciò detto la cronaca del Torneo di San Martino racconta di 29 iscritti di cui 10 nel torneo A e 19 nel torneo B.

 

Nel primo si è imposto il Maestro Fregonese con una cavalcata che lo ha condotto ad avere 4,5 punti su 5 possibili pareggiando solo con l’inossidabile Renzo Renier, mentre nel torneo B il portacolori di casa Dario Zuolo ha dimostrato uno stato di forma veramente invidiabile, macinando senza apparente difficoltà tutti gli ostacoli che si sono parati sulla sua strada. Tra qualche nota di folclore il torneo si è svolto in tutta regolarità, senza contestazioni, con alcune partite risolte solo al fulmicotone (Martarello-Benà 1-0 con finale drammatico in zeitnot), altre di cartello per il significato che portavano con se (il derby dei giovani del circolo tra Giannati e Miotto vinto dal primo) ed altre ancora palesemente pari ma con giocatori che, incuranti dell’orario tardo, provavano caparbiamente a vincere anche contro ogni legge fisica che regola l’universo.

Da rilevare la presenza di quattro giovani di buona speranze di cui probabilmente sentiremo spesso parlare nei prossimi tornei in ambito regionale: stiamo parlando di Cappelletto Joshuaede che nel torneo A si è ben distinto, e di Martinello Edoardo giunto ottimamente quarto nel torneo B, oltre che ai già citati giocatori di casa Miotto e Giannati.  

 

Un ringraziamento particolare è dovuto all’Amministrazione Comunale di San Martino di Venezze che ha patrocinato e sostenuto l’evento e che con le figure istituzionali di Sindaco e Vicesindaco ha presenziato alle premiazioni assieme al Presidente del Comitato Regionale ed al delegato del Coni provinciale.

 

E.B.  

 

San Martino Premiazioni (11).JPG

 

IL MAESTRO FREGONESE PREMIATO DAL SINDACO E DAL VICESINDACO      

 

San Martino Premiazioni (2).JPG

 

ZUOLO RICEVE I COMPLIMENTI DEL PRESIDENTE REGIONALE E DI ZANIRATO  

 

Torneo San Martino (2).JPG

 

IL DERBY DEI GIOVANI: GIANNATI-MIOTTO 1-0      

 

WP_20161119_16_10_31_Pro.jpg

 

 MOMENTI DI GIOCO

 

Classifica A.jpg

 

Classifica B.jpg

 

 

 

Memorial "Angelo Lerario"

 

IL RICORDO DI ANGELO LERARIO

 

COMPIUTO NEL MIGLIORE DEI MODI.

 

 

Pieno di giocatori al memorial,

 

con la presenza di più giocatori del previsto.

 

 

Meglio di così non poteva andare, con le preiscrizioni chiuse a 24 giocatori, ma con la presenza finale di 27 partecipanti, accomodati  grazie allo sforzo organizzativo impegnato nel recuperare qualche tavolino in più.

 

Nutrita la compagine di Monselice con ben 6 presenze capitanate dal vulcanico Lorenzo Baù, grande animatore del dopo torneo, al quale va ovviamente inviato un ringraziamento speciale per aver trascinato i propri compagni a partecipare.

 

Buona anche la partecipazione dei giovani con 3 under 18 sui quali l'ha spuntata ancora Enrico Miotto.

 

Per la classifica generale si sono visti i soliti noti, con il solo inserimento di Dino Galliera, che per i nostri tornei è una new entry.

 

La menzione per "il volitivo" del giorno va ad un "evergreen" come Carlo Solinas, che per un torneo serale di qualche oretta ha avuto il coraggio di arrivare sino a Rovigo da Caorle, distinguendosi per il giocaotre giunto dalle lande più estreme. Anche a lui un sentito ringraziamento.

 

Sia la classifica per il primo posto che quella per gli UNDER 18 si è comunqune risolta solo allo spareggio tecnico, a testimonianza dell'ampio equilibrio in campo, dove solo qualche colpo di scena ha tagliato fuori qualcuno dei candidati al gradino più alto del podio.

 

Come annunciato la serata si è poi conclusa con un rinfresco di tarda ora (mezzanotte circa) a base di pan biscotto salame e vino, che - considerata la velocità con cui è stato spazzolato il tutto - gli astanti hanno sicuramente gradito, e dove il "maestro di affettatura" è stato l'espertissimo Carlo Pento.

 

I premiati sono stati quindi:

 

1° class.  Bujar Xhani 

 

2° class   Dino Galliera

 

3° class   Michele Boscolo Gnolo

 

1° Under 18    Enrico Miotto

 

1° classa ELO < 1500       Bardhil Celepija

 

1° class 1499 < ELO < 1700 David Viola

 

1° class 1699 < ELO < 1900 Stefano Zanirato

 

 

Classifica al turno 6

Pos  Pts  ID  NAME                         | Rtg  PRtg Fed |   Buc1    BucT    BucM 
---------------------------------------------------------------------------------------
  1  5.0   3 CCM XHANI Bujar               | 1968 1938  RO |    18.5    21.5
  2  5.0   7 E2N GALLIERA Dino             | 1724 2001  VR |    18.5    19.5
  3  4.5   2 D1N BOSCOLO GNOLO Michele     | 1972 1831  VE |    18.0
  4  4.5   1 CCM SOLINAS Carlo             | 2000 1838 ITA |    17.0
  5  4.0   4 DCM ZANIRATO Stefano          | 1861 1915  RO |    23.0
  6  4.0  26 Fxx CELEPIJA Bardhyl          | 1419 1773 ITA |    16.5
  7  4.0  11 ENC VIOLA David               | 1590 1724 ITA |    15.0
  8  4.0  17 Fxx BARATTO Andrea            | 1488 1697 ITA |    14.5
  9  3.5  12 Fxx VERONESE Francesco        | 1548 1756  FE |    18.5
 10  3.5   5 D1N PENTO Carlo               | 1808 1586  RO |    16.0    17.5    12.5
 11  3.5  14  3N MARTARELLO Andrea         | 1519 1645  RO |    16.0    17.5    11.5
 12  3.0  10 E1N ONESTO Roberto            | 1597 1688 ITA |    20.5    23.0
 13  3.0   6  1N BELLUCCO Gualtiero        | 1752 1710 ITA |    20.5    22.0
 14  3.0   9 Exx D'ARIENZO Gustavo         | 1644 1569 ITA |    17.0
 15  3.0   8  2N POLATO Mirko              | 1724 1614 ITA |    16.5
 16  3.0  16 FNC ZUOLO Dario               | 1509 1567  RO |    16.0
 17  2.5  27 GNC BAU' Lorenzo              | 1374 1413 ITA |    17.5
 18  2.5  15  3N CRESCENZIO ALBERTO        | 1516 1567 ITA |    15.5
 19  2.5  23 Fxx RIZZO Michele             | 1437 1479  RO |    15.0
 20  2.5  25 Fxx MIOTTO Enrico             | 1428 1440  RO |    14.5
 21  2.5  19     CRESCENZIO Tarsillo       | 1440 1380 ITA |    13.0
 22  2.5  22     PAGNAN Enzo               | 1440 1343 ITA |    11.5
 23  2.0  24 Fxx GIANNATI Manuel           | 1434 1303  TV |    14.0
 24  2.0  21  NC MICHIELETTI Sergio        | 1440 1388  RO |    13.5
 25  2.0  18 Fxx PIGATO Riccardo           | 1449 1271  RO |    11.0
 26  1.5  13  3N LOVISETTO Giampaolo       | 1536 1384 ITA |    16.5
 27  1.0  20  NC MANZALI Alessandro        | 1440 1228  RO |    13.0

 

ABBINAMENTI, TABELLONE E CLASSIFICHE SONO DISPONIBILI IN VESUS.ORG

 

 


1^ Memorial Leario - (12).jpg

 Panoramica della sala di gioco 

 

  

1^ Memorial Leario - (14).jpg

 Polato contro la più nota agenda dell'agone scacchistico veneto.

 

1^ Memorial Leario - (15).jpg

Un sorridente Miotto (primo classificato U 18) premiato dal Presidente Zanirato

 

1^ Memorial Leario - (1).jpg

 

Solinas-Martarello. Non sembra ma, Martarello è preoccupato della sua posizione.

In piedi sullo sfondo in atteggiamento tipico: Baù.

rec
INCONTRO AMICHEVOLE ROVIGO-ELBA

9-10 aprile 2016 - INCONTRO AMICHEVOLE FRA

 

ROVIGOSCACCHI E CIRCOLO SCACCHI ELBA

 

 

ROVIGO VINCE LA SFIDA 

 

IN UN CLIMA DI CORDIALITA'

 

 

ED OSPITALITA' RISERVATOCI

 

DAGLI AMICI ELBANI.

 

 

Si è conclusa l’annunciata avventura un po’ folle dei nostri scacchisti in terra Elbana nel week end del 9 e 10 aprile appena trascorsi.

Innanzi tutto occorre evidenziare la magnifica accoglienza che ci hanno riservato i giocatori del Circolo di Scacchi dell’Elba, preparando alcune gradite sorprese per lo scambio dei reciproci “presente” ma soprattutto ospitandoci a casa di Luigi e portandoci a godere di una luculliana serata conviviale a base di leccornie ittiche che non dimenticheremo facilmente.

Peraltro palpabili erano anche il divertimento ed il piacere dei giocatori elbani nell’affrontare questo gemellaggio a quanto pare nella loro esperienza del tutto inusuale. Per il circolo di Rovigo si è invece trattato di rinverdire una tradizione di cui alle generazioni attuali si tramanda solo il ricordo perpetrato dai nostri predecessori e che si spera di poter continuare a tramandare anche ai posteri.

L’incontro si è svolto nella pregevole cornice del museo dei minerali di Rio Marina, dove tra un cristallo di ematite iridescente ed un altro di pirite le due squadre si sono schierate con cinque giocatori per lato in un girone all’italiana dove, su tempo di 20 minuti a testa, ognuno ha potuto incontrare tutti gli opposti. Il punteggio finale ci ha visto primeggiare, ma in fin dei conti poco importava se non il fatto di passare un godibilissimo sabato pomeriggio ed una altrettanto pregevole serata in compagnia.

La restante parte del soggiorno è trascorsa con la visita di alcune meraviglie dell’isola che con la loro bellezza abbacinante hanno colpito profondamente la sensibilità dei nostri scacchisti. Luoghi di rara bellezza naturalistica ma anche di piacevole soggiorno come Porto Azzurro, Capoliveri, Porto Ferraio e la stessa Rio Marina hanno stupito ed affascinato allo stesso momento…e soprattutto Carlo, colpito dalla versione paesaggistica della sindrome di Stendhal, è uscito da questa esperienza profondamente cambiato nell’animo ed inondato di uno spirito nuovo e diverso nell’affrontare i quotidiani affanni e le trepidanti emozioni che gli scacchi gli stanno riservando come in una seconda giovinezza!!

Non si può - e non si poteva non farlo anche in loco – dimenticare quindi di ringraziare i giocatori Elbani: Luigi che è stato fautore dell’incontro e che ci ha gentilmente ospitato, Sergio che è stato formidabile maestro di cerimonia, ma anche Dario, Armando e Mauro che con valente e cavalleresca arte hanno incrociato le armi con i nostri moschettieri.

A conclusione dell’incontro è stata infine espressa l’intenzione di contraccambiare agli Elbani la squisita cortesia, ospitando allorquando vorranno la loro compagine nelle nostre lande, ed accantonando per l’occasione - al pari della loro magnifica terra - quanto di più tipico il nostro territorio può offrire dal punto di vita ambientale: un bel vaso di nebbia da conservare quale prezioso souvenir! 

Elbascacchi28.jpg

La targa ricordo dell'evento regalatoci dagli amici scacchisti dell'Elba

 

Elbascacchi20.jpg

Lo scambio dei gagliardetti fra Santinelli e Zanirato

 

Elbascacchi22.jpg

Luigi Mori ci consegna la targa ricordo dell'evento

 

Elbascacchi15.jpg

La squadra pronta alla sfida sotto un cielo plumbeo

 

Elbascacchi24.jpg

Momenti del match

 

Elbascacchi25.jpg

Momenti del match

 

Elbascacchi26.jpg

Momenti del match

 

Elbascacchi38.jpg

La serata conviviale

 

F.S.I.

FSI.gif

Coni Italia

logo_Coni.gif

Cavarzere
Montebelluna
Treviso
MESTRE

logo mestre.gif

CASALEONE

logo casaleone.jpg

Ciprescacchi

Cipressina.jpg

Home Chi siamo Le partite Quiz Link Galleria